HOME PRODOTTI CHI SIAMO CONTATTO
         

 

     
   

PORTE TAGLIAFUOCO

Nella prevenzione e protezione di un edificio dagli incendi possiamo utilizzare elementi attivi, come gli impianti di estinzione, ed elementi passivi.
Tra gli elementi passivi le porte tagliafuoco svolgono l'importante e delicato compito di isolare la zona in cui si è sviluppato un incendio.
Dotate di un elevata resistenza alla combustione impediscono che fiamme e fumo si diffondano nel resto dell'edificio.

La loro resistenza alla combustione non è assoluta, vengono classificate in classi di resistenza al fuoco che ne garantiscono la resistenza meccanica, l'ermeticità e l'isolamento per un certo numero di minuti.
La sigla che contraddistingue le classi di resistenza al fuoco è EI seguita da un numero, che rappresenta i minuti per cui viene garantita la tenuta della porta. Per una porta le classi che possiamo trovare solitamente sono: EI 30 - EI 60 - EI 90 - EI 120 - EI 180.
Possono essere progettate per rimanere sempre chiuse o sempre aperte, in questo caso si chiudono automaticamente in caso d'incendio.
La posa in opera di elementi così importanti non può essere improvvisata è deve essere demandata a personale altamente qualificato.

La nostra azienda, forte di un'esperienza cinquantennale, con una rete nazionale formata da tecnici specializzati e altamente qualificati è in grado di garantire la posa in opera garantendo l'osservanza delle certificazioni, in tutto il territorio nazionale.
Oltre alla messa in opera forniamo un contratto di manutenzione di elevata affidabilità, anche questo in tutto il territorio nazionale.

Il nostro contratto permette di assolvere tutte le norme riguardo la manutenzione delle porte tagliafuoco; esistono infatti precise norme, regolate dai decreti 10/03/98 - G.U. N. 91 del 07/04/98 - 37/98 - G.U. N. 57 del 10/07/98, che rendono obbligatoria la verifica e la manutenzione periodica delle porte tagliafuoco, con l'obbligo di annotare tutti gli interventi di manutenzione in un apposito registro.
Per assolvere al loro importante compito le porte e i portoni tagliafuoco, oltre a una installazione a regola d'arte e a una manutenzione precisa e adeguata, devono essere utilizzati correttamente.

Pensiamo ad una porta che deve rimanere sempre chiusa; bloccarla in posizione aperta, in maniera permanente con un fermaporta ma anche solo occasionalmente con un qualsiasi oggetto, ne vanifica la funzione e in caso di incendio non potrebbe assolvere al suo compito, lasciando la via libera a fiamme e fumo.
Analogamente una porta progettata per rimanere aperta non deve incontrare ostacoli, come tappeti o zerbini, durante la chiusura.
Naturalmente queste porte una volta chiuse non rimangono bloccate e permettono l'evacuazione delle persone presenti verso l'esterno o verso le vie di fuga.
Il meccanismo di chiusura automatica può essere costituito da un elettromagnete collegato a un impianto di rivelazione antincendio che trattiene l'anta in posizione di apertura; in caso di allarme viene a mancare tensione all'elettromagnete e la porta si richiude tramite la forza di un chiudiporta o di una molla.

Le porte tagliafuoco sono quindi importanti componenti di un sistema di prevenzione e contenimento degli incendi.
Devono essere installate e manutenute da personale esperto e qualificato, che può adempiere alle normative vigenti nel campo della prevenzione incendi.

Tutte le persone che soggiornano, per lavoro o altro nei locali dove sono installate devono essere adeguatamente informate riguardo il loro funzionamento, per evitare tutti i comportamenti che potrebbero comprometterne il regolare funzionamento, evitando di tenete aperte porte che sono state progettate per rimanere sempre chiuse o di porre ostacoli nel percorso di chiusura di quelle che, al contrario, sono state progettate per rimanere aperte e chiudersi solo in caso d'incendio.

Per maggiori informazioni: www.officinebrevettisisti.com
Officine Brevetti Sisti 2007 - P.IVA 00687600155 - Tutti i diritti riservati
Web design: Linkdesign.it